fbpx

Non c’era il consueto affollamento di ogni anno, al cimitero di Bonamorone, per la ricorrenza di Ognissanti. Il forte vento, che dalla notte di domenica ha martellato quasi incessantemente la città dei templi,ha rovinato la festa dei fiorai ambulanti. In quelli, che per loro sono solitamente i giorni della. Del resto bastava fermarsi qualche minuto all’ingresso del cimitero di Bonamorone per stimare la scarsità di visitatori alle tombe. Pieno il viale centrale, ma poche persone lungo i viali. Forse in tanti aspettano la giornata di oggi per portare un fiore sulla tomba di familiari e parenti defunti. Chi l’ha fatto si è recato già dal primo mattino nei cimiteri agrigentini, per visitare gentilizie e cappelle dei propri cari. Come tradizione vpersone ferme davanti alle tombe di famiglia con fiori e preghiere.