fbpx

Il Gip del Tribunale di Agrigento, Alberto Davico, ha rigettato anche la seconda richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura relativa all’inchiesta aperta nei confronti di alcuni medici dell’ospedale San Giovanni di Dio indagati di omicidio colposo. I fatti risalgono al 2005, quando i familiari di una pensionata, deceduta a causa di una neoplasia, presentarono un esposto chiedendo di accertare la sussistenza di eventuali responsabilità a carico dei medici. Sul registro degli indagati finirono Onofrio Cacciatore, Giovanni Moncada, Gerlando Montante, Alessandra La Lumia, Lina Maria Aronica, Gerlando Alongi e Vincenzo Lo Bosco. La Procura aveva già avanzato una prima richiesta di archiviazione, ma il Gip, dopo l’opposizioone dei familiari della vittima, aveva disposto ulteriori accertamenti. Adesso dopo la nuova richiesta di archiviazione e la seconda opposizione dei familiari, il Gip ha disposto l’imputazione coatta. Il Pm, cioè, dovrà formulare il capo d’imputazione e chiedere il rinvio a giudizio delle persone coinvolte nell’inchiesta. Subito dopo verrà fissata l’udienza preliminare.