fbpx

Si è svolta oggi innanzi al G.U.P. presso il Tribunale di Agrigento, dott. Stefano Zammuto, l’arringa difensiva di uno dei due difensori del favarese Calogero Arnone, imputato per l’omicidio dell’imprenditore di Camastra Gambacorta. Nel corso della discussione, durata quasi due ore, l’avv. Giovanni Castronovo ha toccato i punti più delicati della vicenda facendo rilevare al Giudice l’ingiustificata richiesta di pena avanzata dal P.M. all’ergastolo, l’assenza di un valido movente fornito dall’Ufficio di Procura per ritenere l’Arnone responsabile del fatto omicidiario. Inoltre, sono state rilevate le incongruenze relative ai diversi accertamenti svolti dai consulenti tecnici nominati dalla Procura, in relazione al momento della commissione del fatto, in quanto altri elementi attestano scientificamente la presenza dell’Arnone nel proprio posto di lavoro nell’orario indicato dai consulenti. Il processo è stato rinviato al 15 febbraio 2011 per la prosecuzione dell’arringa difensiva dell’avv. Domenico Russello e a seguire il Giudice emetterà la sentenza.