fbpx

Vecchia Messina I poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Como hanno arrestato 9 persone responsabili dell’omicidio dell’imprenditore Giuseppe Monterosso, di Sommatino, avvenuto il 6 maggio 2009 a Cavaria con Premezzo (Varese). Gli investigatori hanno accertato che i responsabili del delitto appartenevano ad un’associazione di stampo mafioso, famiglia Albanese-Messina di Porto Empledocle. Le ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite nella provincia di Agrigento e nella provincia di Como. A Porto Empedocle sono finiti in manette Fabrizio Messina (fratello del boss Gerlandino, attualmente latitante) e Giuseppe Volpe. Un terzo provvedimento restrittivo è stato notificato a Gaetano Ribisi, di Palma di Montechiaro, attualmente in carcere perché arrestato nell’ottobre scorso a Messina per armi. Nell’ambito di questa inchiesta erano già finiti in manette, nel maggio scorso, Andrea Vecchia, Alessio Contrino, Giuseppe Luparello (poi subito scarcerato) e Giuseppe Cuntrera (solo per armi).