fbpx

Trent’anni di reclusione sono stati chiesti dal procuratore generale della Corte d’Assise d’Appello di Palermo, Franco Messina, per Calogero Onolfo, l’uxoricida di 73 anni di Canicattì, che confessò l’omicidio della ex moglie Costanta Paduraru 54 anni di origine romena avvenuto nel gennaio 2010. L’uomo in primo grado era stato condannato a 16 anni e 4 mesi dal Gup Stefano Zammuto. Il processo proseguirà con l’arringa della difesa e la sentenza il 23 marzo.