Ordigno rudimentale a Palma di Montechiaro fatto brillare dagli artificieri, aperte le indagini

Allarme bomba e questa volta è allarme fondato. A Palma di Montechiaro, ai piedi della porta d’ingresso della scuola materna  del  Collegio di Maria, è stata fatta brillare una valigetta in plastica contenente  circa 70 grammi di polvere da sparo, una batteria, un orologio, utilizzato probabilmente per l’innesco, ed il controller di una Playstation. Un ordigno rudimentale in piena regola che fortunatamente è stato fatto brillare prima che potesse esplodere. Ieri sera qualcuno ha notato la valigetta davanti l’istituto religioso in via Amendola, che svolge anche attività come  scuola materna ed orfanotrofio gestito da suore. Da subito i poliziotti intervenuti sul posto hanno intuito la periclosità dell’ordigno, infatti dalla valigetta si udiva  provenire un rumore meccanico, un ticchettio da orologio,  che ha fatto scattare l’allarme. Il luogo è stato interdetto al transito, messo in sicurezza  e   setacciato dalle forze dell’ordine presenti sui luoghi. Gli artificieri della Polizia di Stato di Palermo hanno lavorato fino a tarda notte facendo brillare l’ordigno in sicurezza e scongiurando ogni tipo di rischio.  C’è psicosi in tutta Italia e la presenza di una vera bomba davanti un istituto di religione cristiana,  anche se di ridotte dimensioni, aumenta le tensioni e le paure dei cittadini.  Adesso i poliziotti del Commissariato di Palma di Montechiaro, diretti dal vicequestore aggiunto Angelo Cavaleri e coordinati dalla Procura di Agrigento, hanno aperte le indagini per scoprire se si tratta di un gesto da parte di qualche mitomane o se dietro ci sia una organizzazione di matrice islamica, anche inesperta,  che abbia deciso di posizionare  l’ordigno davanti l’isituto religioso nel tentativo di arrecare una reale minaccia ai fruitori della struttura.

101015014-64d1460a-e8c9-4cd9-9c89-d31832106289 IMG_7933 IMG_7934 IMG_7932 IMG_7938 IMG-20151120-WA0004 IMG_7936 IMG_7935