Top Videos
  • Intervista al candidato sindaco di Agrigento Mario Gallo
    8537 76
  • Operazione “la carica dei 104” : 19 arresti
    5819 76
  • Speciale Interviste ospite Simona Carisi 21 08 2014
    5170 76
  • Piano giovani la procura apre un fascicolo
    4181 76
  • Crocetta e Piano Giovani: in bilico il nuovo bando
    3654 76
  • Piano giovani il bando della discordia
    3413 76
  • Addio al vecchio libretto, il certificato di proprietà ora è digitale
    3364 76
  • Telegiornale del 10-04-2014 ore 14:00
    2892 76
  • Obbligo accatastamento caldaie, intervento adoc
    2740 76
  • VIlla del Sole sarà data in gestione intervento di Di Rosa
    2217 76

Otto i deputati agrigentini all’Ars

Otto i deputati agrigentini all’Ars
Rate this post

La Sicilia ha eletto la nuova assemblea regionale.Sono 70 deputati eletti all’ars: 16 nella provincia di Palermo, 13 a Catania, 8 a Messina, 6 ad Agrigento, 5 a Siracusa e Trapani, 4 a Ragusa, 3 a Caltanissetta, 2 a Enna. Dei restanti otto seggi, uno spetta al presidente eletto, sei alla lista regionale del candidato presidente il cosiddetto listino, qui entrano altri due agrigentini, e il seggio restante è del candidato governatore arrivato secondo nelle preferenze, dunque va al pentastellato, Giarcarlo Cancelleri . I due agrigentini del movimento 5 stelle ad aggiudicarsi i seggi sono il saccense Matteo Mangiacavallo, che con i suoi 14.973 voti è il candidato più eletto di tutta la provincia agrigentina, e il favarese Giovanni Di Caro (5.987 preferenze) ; Margherita La Rocca Ruvolo (5.129 preferenze) per l’Udc, Carmelo Pullara (9.871 preferenze) per Idea Sicilia – Autonomisti e Popolari, Riccardo Gallo (7.337 preferenze) per Forza Italia e Michele Catanzaro (6.409 preferenze) per il Partito Democratico. Gli agrigentini che accederanno all’Assemblea Regionale Siciliana, perchè inseriti nel listino del Presidente Nello Musumeci, sono Giusy Savarino , che ha ricevuto 3.438 preferenze, e Roberto Di Mauro , 7.982 i voti ricevuti.

Condividi

Categorie: Agrigento, Elezioni, Politica, Provincia, Regione, Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *