fbpx

Si arricchisce artisticamente , ancora grazie alle donazioni, l’ex collegio del filippini di Agrigento. Negli spazi espositivi della struttura di via Atenea è stata inaugurata la mostra permanente dal titolo “Ottocento e Novecento ad Agrigento, Raffaello Politi e Tommaso Santella, memoria del classico e del modernismo”. Una collezione che restituisce alla città di Agrigento le raccolte grafiche e le tele dei due artisti agrigentini, Politici e Santella. Del primo sono esposti oltre alla grafica anche i dipinti, restaurati e studiati dalla Soprintendenza ai beni culturali che ha indagato anche gli altri aspetti di questa interessante figura di artista, archeologo, copista e restauratore.
La grafica di Tommaso Santella, che comprende disegni e chine, realizzate dall’artista dal 1906 al 1962, è stata donata dal figlio Antonio, al Comune di Agrigento per volontà testamentaria del padre, donazione che si pone in continuità con quelle dei Sinatra e in tempi recenti di Castagnolo.
Presenti , tra gli altri, all’inaugurazione il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, il suo vice , Massimo Muglia e la Sovrintendente Gabriella Costantino.
I rappresentanti delle istituzioni hanno ringraziato la famiglia Melisenda per la donazione di alcune opere, in particolare una tela del Politi ma anche la famiglia Alaimo, gli eredi del Politi, che hanno donato nei decenni precedenti, la raccolta di grafica dell’ artista.