fbpx

Tenta di sparare al maresciallo dei carabinieri che si trova nel supermercato che sta cercando di rapinare ma la pistola calibro 34 si inceppa. E’ successo venerdì sera a Palma di Montechiaro, dove due giovani, Ignazio Marino di 20 anni e Maurizio Manazza di 20 anni hanno fatto irruzione, armi in pugno, in un supermercato, il “Gueli Market” di via Emilio Lusso nel centro storico di Palma. All’interno dell’esercizio commerciale c’era pero’ il capo della stazione dei carabinieri, Giuseppe Marletta, che ha tentato di sventare la rapina. Ma uno dei rapinatori ha reagito premendo il grilletto. Per fortuna l’arma si e’ inceppata. Immediatamente sul posto sono giunti i rinforzi e i carabinieri di arrestare i due rapinatori. Una volta portati all’interno della stazione dei carabinieri di Palma di Montechiarosi, fuori alla caserma si è radunata una folla di parenti e amici, che hanno inscenato una violenta protesta contro l’arresto dei due malviventi. Durante la confusione alcuni familiari hanno aggredito i militari dell’Arma in servizio, tre dei quali hanno riportato lesioni e contusioni giudicate guaribili in dieci giorni. Solo dopo l’arrivo dei rinforzi è stata ripristinata la calma, mentre per tre aggressori individuati dai carabinieri sono scattate le manette ai polsi, si tratta di Matteo Marino, 46 anni, Salvatore Arancio, 50 anni e Francesco Bracco, 41 anni, tutti di Palma di Montechiaro.