fbpx

Cinque persone sono state sottoposte a fermo di polizia giudiziaria perchè indiziate di sequestro di persona e lesioni personali. I cinque, quattro fratelli e il figlio di uno di loro, tutti di Palma di Montechiaro, per farsi pagare una partita di ortofrutta, dal valore di 100 mila euro venduta a un commerciante di Ragusa, venerdì scorso hanno sequestrato e portato in un casolare, l’uomo che aveva mediato per portare a termine l’affare. Con il sequestro del mediatore di Ispica, i cinque, secondo i carabinieri, volevano costringere il ragusano a pagare in fretta. Il mediatore, domenica, però è riuscito a liberarsi e a scappare. Lo hanno trovato i carabinieri, a piedi, lungo la statale 115. I provvedimenti di fermo di polizia giudiziaria, per i reati di sequestro di persona e lesioni personali, sono stati emessi per i fratelli Francesco, Calogero, Paolo e Salvatore Catania, rispettivamente di 55, 57, 47 e 54 anni, e per il figlio di Salvatore, Domenico, di 25 anni. I cinque di Palma di Montechiaro, secondo i carabinieri che nelle indagini sono stati coordinati dalla Dda di Catania, avrebbero sequestrato un mediatore di Ispica per costringere un commerciante di ortofrutta di Ragusa, al quale avevano venduto 100 mila euro di merce, a pagare.