Passi avanti del “Patto per il territorio”


Tanti passi avanti per il “Patto per il territorio” il movimento fondato dal sindaco di Agrigento Marco Zambuto assieme ad altri politici come il consigliere provinciale Riccardo Gallo e l’ex assessore provinciale Piero Macedonio.

Al momento, ufficialmente, il “Patto” conta 5 consiglieri provinciali ma, secondo indiscrezioni, sarebbero già circa 70 i consiglieri comunali in carica in una trentina di comuni della provincia di Agrigento ad avere aderito al nuovo movimento.

Adesioni che arrivano da tutti i partiti, sia di centrodestra che di centrosinistra: dall’Udc, dal Pdl, dal Mpa e anche dal Partito Democratico.

Alla provincia, come noto, è già nato il gruppo consiliare che con molta probabilità potrebbe passare da 5 componenti a 7.

E comincia a concretizzarsi anche la nascita del nuovo gruppo anche al consiglio comunale di Agrigento.

Sempre secondo indiscrezioni, anche nell’assise cittadina del capoluogo le adesioni sarebbero tante. Si fanno i nomi di Maurizio Calabrese, Roberto Vella, Carmela Vaiana, Giuseppe Raccuia e Angelo Principato.

Ma per avere notizie certe bisognerà attendere ancora alcuni giorni mentre sono in corso in tutta la provincia contatti e incontri.

E sarebbero interessati al “Patto” anche alcuni sindaci dell’agrigentino.

Intanto Marco Zambuto da neo presidente del “Patto per il territorio” è pronto a organizzare a breve un’assemblea con tutti i sindaci siciliani “per deliberare iniziative comuni di lotta e di contrasto alla politica che scarica esclusivamente sulle spalle degli amministratori locali responsabilità politiche di più alto livello e per chiedere un incontro ai competenti organi regionali”.

E in questo contesto molto animato si inserisce anche Angela Maraventano, la senatrice della Lega ieri ad Agrigento per affrontare il fenomeno del randagismo.

Senatrice lampedusana che ha anche incontrato il vicesindaco Massimo Muglia con il quale ha discusso proprio del nuovo movimento.

La Maraventano si è detta attenta al “Patto” ritrovandovi numerose affinità con la Lega Nord e non esclude, in futuro, collaborazioni.