“Perseguitava con telefonate e appostamenti la sua ex”, ammonito un 28enne

Non si era rassegnato alla fine del rapporto di convivenza. Le telefonate sarebbero state, praticamente, continue. Così come i suoi appostamenti fatti sotto casa della donna e in tutti i luoghi abitualmente frequentati. Ieri, i poliziotti del commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle hanno notificato a un empedoclino di 28 anni, l’ammonimento firmato dal questore di Agrigento Maurizio Auriemma.  Si tratta di un provvedimento che può essere richiesto dalla persona offesa da atti persecutori, nel caso in cui non abbia già formalizzato querela. “Gli atti persecutori consistono in condotte reiterate di molestia o minaccia, tali da cagionare alla persona offesa un grave e perdurante stato di ansia o di paura, o ingenerare un fondato timore per l’incolumità propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva – hanno ricordato dal commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.