Piano Gatta, Carlisi invoca un tavolo tecnico.

Ancora nessuna soluzione per il cimitero di Piano Gatta e le salme nella camera mortuaria continuano ad aumentare. Per cercare di trovare una sepoltura alle salme in attesa, il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Agrigento,  Marcella Carlisi, invoca un tavolo tecnico in Prefettura. “Dopo 2 mesi- dice Carlisi- è stata mandata la replica degli uffici alla lettera della ditta che gestisce il cimitero, per incrociare le armi e condurre l’ennesima battaglia legale del Comune di Agrigento. Si contestano delle infrazioni del 2014, rinvenute solo adesso. Sicuramente era dovere della ditta inviare tempestivamente le variazioni societarie però nella vicenda balza agli occhi come gli uffici non abbiano tenuto sotto controllo e abbiano sottovalutato un problema che pagano gli agrigentini; in prima persona le famiglie che hanno i feretri custoditi nella camera mortuaria del cimitero”. Il consigliere evidenzia tra l’altro come le salme siano oggi conservate in un’area che non sembrerebbe avere le caratteristiche di legge previste per le camere mortuarie .  “C’è bisogno di una soluzione- conclude Carlisi- e che questa venga trovata subito. Bisogna che intervengano tutte le autorità competenti prima che le temperature, quella atmosferica e quella degli animi, si riscaldi troppo.”