fbpx

Su 147 mila, quanti sono i pensionati in provincia di Agrigento, ben 60 mila hanno ricevuto, da parte dell’INPS, una notifica rivendicante la restituzione di somme indebitamente percepite con l’assegno mensile di pensione. E’ quanto denuncia il sindacato pensionati della Cgil di Agrigento.
Quindi il Sindacato, invita a presentare entro il 31 dicembre, un atto interruttivo individuale per “stoppare” le procedure di recupero attraverso cartelle esattoriali, presentandolo all’inps, insieme alla richiesta di rateizzazione dell’accertato debito.
Per farlo sono disponibili la rete dei servizi del Patronato INCA e la rete del volontariato sindacale dello SPI che forniranno le informazioni ed il relativo modello precompilato