fbpx

Conferita dal Comune di Canicattì la cittadinanza onoraria a Pietro Nava, testimone oculare dell’omicidio del Beato Rosario Angelo Livatino avvenuto lungo la Strada Statale 640 Agrigento- Caltanissetta all’altezza di Contrada Gasena 31 anni fa. La sobria e intensa cerimonia si è svolta nell’atrio del centro culturale “San Domenico” del Comune di Canicattì alla presenza del Prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, e di autorità civili, militari e religiose. Particolarmente toccante è stato l’intervento telefonico dello stesso testimone di giustizia che si è detto onorato del riconoscimento e con parole semplici ha descritto il suo gesto definito “naturale e dettato da senso civico” e ha riferito, anche se la sua vita e quella della sua famiglia sono state stravolte, “di non essersi mai pentito e di essere pronto a rifare quello che ha fatto”. La pergamena e le chiavi della Città sono stati consegnati al Prefetto di Agrigento perché vengano recapitate a Nava.