Pistola in pugno e con il volto travisato, rapina un lido balneare: arrestato

SONY DSC

Attimi di terrore si sono vissuti ieri mattina all’alba, in un lido balneare di contrada Mollarella a Licata. Una persona con il volto travisato ha fatto irruzione nella struttura, mentre il gestore ed alcuni suoi collaboratori stavano contando i soldi dell’incasso della serata precedente. Il rapinatore solitario, con il volto travisato, ha subito puntato la pistola ai dipendenti presenti, facendosi consegnare alcune centinaia di euro. Subito dopo, si è diretto verso il gestore della struttura esplodendogli improvvisamente contro un colpo di pistola, che fortunatamente non ha colpito la vittima. Un testimone ha composto il “112”. “Nel frattempo- raccontano i carabinieri- alcuni dipendenti hanno cercato di reagire, mettendo in fuga il malvivente, L’uomo è stato raggiunto ed immobilizzato dai militari. Dalle sue tasche è saltata fuori la pistola utilizzata ed alcune cartucce nonché le banconote sottratte nel corso della rapina. Nei confronti dell’uomo, Giuseppe Orazio Sortino, 30 enne, licatese, già noto alle forze dell’ordine, sono subito scattare le manette ai polsi con l’accusa di “tentato omicidio, rapina a mano armata e porto abusivo di arma da fuoco”.