Top Videos
  • Intervista al candidato sindaco di Agrigento Mario Gallo
    8187 76
  • Operazione “la carica dei 104” : 19 arresti
    5575 76
  • Speciale Interviste ospite Simona Carisi 21 08 2014
    4963 76
  • Piano giovani la procura apre un fascicolo
    4020 76
  • Crocetta e Piano Giovani: in bilico il nuovo bando
    3493 76
  • Piano giovani il bando della discordia
    3265 76
  • Addio al vecchio libretto, il certificato di proprietà ora è digitale
    2911 76
  • Telegiornale del 10-04-2014 ore 14:00
    2821 76
  • Obbligo accatastamento caldaie, intervento adoc
    2624 76
  • Continuano i problemi per la Formazione Professionale in Sicilia
    1673 76

Politica regionale. Dietro front dell’ARS sulle Province

Politica regionale. Dietro front dell’ARS sulle Province
Rate this post

La classe politica non smette mai di stupire, in Sicilia, nonostante gli annunci trionfalistici del governatore Crocetta sul taglio delle Province, dopo quattro anni di discussioni e ripensamenti, ieri l’ARSL ha reintrodotto l’elezione diretta dei presidenti e dei consiglieri, che si terranno alla prima occasione utile, cioè quando – in primavera – si voterà per le amministrative: con le elezioni tornano anche le indennità, che per il presidente saranno uguali a quelle del sindaco della città capoluogo. Per i consiglieri, invece, sono previsti dei rimborsi spese. La norma segna una marcia indietro clamorosa da parte dell’Assemblea regionale: la Sicilia, infatti, aveva deciso di anticipare la riforma Delrio cancellando per prima le Province, ma da allora le elezioni indirette sono sempre state rinviate. Per la cronaca la contro-riforma è stata approvata con 32 sì su 47 votanti: fanno eccezione tutto il gruppo del Movimento 5 Stelle, due deputati di maggioranza astenuti e tre contrari. Il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, al momento del voto finale, si è allontanato dall’Aula. Dopo aver risuscitato le Province l’assemblea Regionale Siciliana va’ in vacanza, a Palazzo dei Normanni si ritornerà in Aula il prossimo 6 settembre con il voto sulla fusione di Anas e Cas.

Condividi

Categorie: ARS, Elezioni, Politica, Provincia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *