fbpx

La Polizia di Stato spegne quest’anno 159 candeline. “C’è più sicurezza insieme”, lo slogan scelto per celebrare il compleanno 2011, che vuole sottolineare la volontà del corpo di stare al passo con i tempi e di cercare un rapporto più diretto con il cittadino. L’appuntamento principale è per sabato mattina a Campobello di Licata, dove il questore di Agrigento, Girolamo Di Fazio, consegnerà attestati e medaglie assegnate agli appartenenti alla Polizia, che si sono distinti nelle varie attività. Non a caso la festa di quest’anno sarà celebrata nel paese di Giuseppe Falsone, l’ex capo di Cosa nostra agrigentina, arrestato dopo 11 anni di latitanza, il giugno del 2010 in terra di Francia. Nel corso della conferenza stampa il questore ha puntato l’attenzione sul coordinamento tra le forze dell’ordine, che ha contribuito a raccogliere eccellenti risultati investigativi. < Abbiamo ottenuto risultati straordinari nel contrasto alla criminalità organizzata e garantito il diritto di manifestare a tutti, sempre nel rispetto della legalità – ha detto il questore Di Fazio nel corso della conferenza stampa di stamane – ma non ci accontentiamo. L’arresto dei latitanti è merito del gioco di squadra tra le forze dell’ordine. Il nostro obiettivo è di essere sempre al passo con i tempi e sempre più al servizio dei cittadini, per far sì che, tutti insieme, si possa raggiungere l’obiettivo di avere più sicurezza >.