fbpx

La Dda di palermo ha chiesto al Gip del Tribunale di Agrigento l’effettuazione di un incidente probatorio per anticipare la prova a carico del quarantenne empedoclino Maurizio Romeo, arrestato dai carabinieri nell’ottobre scorso perché ritenuto responsabile del reato di tentata estorsione aggravata ai danni di un imprenditore edile. Il giovane è considerato un presunto esattore del pizzo legato all’ex capo mafia, Gerlandino Messina, catturato lo scorso 23 ottobre a Favara, dopo undici anni di latitanza. Romeo è difeso dagli avvocati Salvatore Pennica, Nino e Vincenza Gaziano.