Porto Empedocle, “fumata nera” al Comune prosegue lo sciopero dei netturbini News Agrigentotv


Gli operatori ecologici che operano a Porto Empedocle avevano riposto in quell’incontro qualche speranza. Ma alla fine la riunione di ieri tra il comune di Porto Empedocle e le imprese si è conclusa con un nulla di fatto. Un tavolo che sarebbe dovuto servire a fare il punto della situazione. La raccolta dei rifiuti, dunque, resta  ferma a Porto Empedocle. Sono stati gli operatori ecologici intervenuti all’incontro, ad alzarsi e a lasciare il Tavolo, dopo avere appreso che nelle casse del Comune non ci sono soldi e che non ce ne saranno a breve. Soldi che sarebbero dovuti servire a pagare alcune fatture arretrate per servizi già svolti alle ditte della Realmarina, che a loro volta avrebbero provveduto a pagare gli stipendi ai lavoratori. Per loro, è in vigore uno stato di agitazione permanente ormai dallo scorso novembre, visto che devono ancora riscuotere gli stipendi di marzo, aprile maggio, novembre e dicembre 2017, la tredicesima e due rate della quattordicesima. Al momento, il Comune di Porto Empedocle ha un arretrato con le imprese di diversi mesi con l’ultima fattura pagata per servizi resi relativa al mese di maggio 2017. La raccolta è  ferma ormai da venerdì scorso e gli operatori ecologici sembra non abbiano alcuna intenzione di tornare in servizio.