fbpx

La Guardia di finanza, nell’ambito delle attività d’indagine finalizzate a reprimere il proliferare della detenzione a scopo di vendita in forma ambulante e fissa di supporti audiovisivi, illecitamente riprodotti, e di marchi contraffatti, in violazione della normativa a tutela dei diritti d’autore, ha sottoposto a sequestro 1.552 supporti audiovisivi illecitamente riprodotti (cd musicali, dvd film e per play-station) e 165 capi di abbigliamento (scarpe, magliette,) ed accessori (orologi) riportanti famose griffe nazionali ed estere, tutte palesemente contraffatte. Le operazioni, condotte dai finanzieri della Tenenza di Porto empedocle al mercato rionale della città marinata si sono concluse con il rinvenimento della merce illecitamente detenuta da extracomunitari ed il successivo sequestro. Due cittadini extracomunitari originari del Senegal, dovranno rispondere del reato di detenzione per la vendita di supporti audiovisivi illecitamente riprodotti che prevede la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la multa da 2.582 a 15.493 euro), del reato di contraffazione di marchi e/o segni distintivi che prevede la reclusione fino a due anni e la multa fino ad 2.065 euro, nonché del reato di ricettazione che prevede la reclusione da due a otto anni e la multa da 516 a 10.329 euro. Un terzo cittadino straniero, alla vista dei finanzieri, è riuscito a dileguarsi confondensosi tra la folla. Inoltre, uno dei due extracomunitari, responsabile dei reati citati, Ibou Diouf, di 28 anni, è risultato inottemperante al decreto di espulsione e all’ordine del questore di abbandonare il territorio dello stato entro 5 giorni. Per questa violazione il cittadino senegalese è stato tratto in arresto. Il giudice ha convalidato l’arresto nei confronti di Ibou Diouf ed ordinato l’immediata liberazione dell’arrestato se non detenuto per altra causa ed ha rilasciato il nulla osta all’espulsione dal territorio dello stato.