fbpx

Operazione della Guardia di Finanza di Porto Empedocle in materia di commercializzazione di prodotti petroliferi. Le indagini sono scaturite dall’intensificazione di controlli finalizzati al contrasto dei traffici illeciti nel settore dei carburanti, con particolare riferimento alle modalità di consegna dei prodotti petroliferi ed ai mezzi utilizzati. Detti controlli hanno consentito di appurare la vendita di ingenti quantitativi di prodotti petroliferi senza i prescritti documenti di trasporto. I documenti esibiti si riferivano a consegne a favore di aziende  diverse da quelli indicate nel documento di accompagnamento semplificato (Das). Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati oltre 20 mila litri di gasolio per autotrazione, un’autobotte utilizzata per gli illeciti trasporti ed un deposito  non autorizzato e privo del certificato prevenzione incendi sito in porto empedocle. Nella circostanza sono state denunciate a piede libero, alla Procura della Repubblica di Agrigento, il conducente del mezzo utilizzato per il trasporto del carburante ed il titolare del deposito destinatario per sottrazione di prodotto all’accertamento ed esercizio di deposito in violazione alle norme sulla prevenzione incendi. Il magazzino utilizzato quale deposito del prodotto altamente infiammabile, dalla capacità di oltre 13 metri cubi,  è risultato non idoneo a tale uso in quanto non rispondente neppure ai più elementari requisiti e costituiva un serio pericolo all’incolumità delle persone che vivono nelle immediate adiacenze. L’espediente consentiva di conseguire un illecito risparmio fiscale, derivante dal mancato pagamento dell’accisa da parte del trasportatore, ritenuto proprietario del prodotto,  e dell’Iva gravante sul prodotto.