fbpx

Si concluderà il 2 maggio prossimo il processo, celebrato con il rito abbreviato, contro 4 giovani empedoclini accusati di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di Lorenzo Scibetta, Giacomo Verderame, Salvatore Tuttolomondo e Salvatore Di Fede. Ieri il pubblico ministero Luca Sxciarretta ha chiesto la condanna di tutti gli imputati. In particolare ha chiesto 7 anni di reclusione e 40.000 euro di multa per Scibetta e Verderame, 4 anni e 20.000 euro per Di Dede, 4 anni e un mese più 20.000 euro di multa per Tuttolomondo, chiamato a rispondere anche di furto.  I 4 furono arrestati nel marzo di due anni fa dai carabinieri di Porto Empedocle. Le investigazioni hanno avuto inizio subito dopo la rapina perpetrata ai danni del supermercato GS di Porto Empedocle il 23 ottobre 2009. Gli imputati sono assistiti dagli avvocati Luigi Troja, Salvatore Pennica, Anna Americo e Ninni Giardina.