Cronaca Porto Empedocle

Porto Empedocle, terribile schianto: muore giovane centauro

Porto Empedocle, terribile schianto: muore giovane centauro
Rate this post

Tragedia sulla strada e un’altra giovane vita spezzata. Il terribile schianto è accaduto la scorsa notte in contrada Vincenzella, nei pressi del bivio per Porto Empedocle, lungo la strada statale 115. Nel violento impatto è deceduto uno studente Giovanni Ferlisi, 18 anni, di Agrigento. L’incidente mortale è avvenuto in una delle zone più pericolose del tratto di strada che collega il quartiere di Villaseta con la città marinara. Il giovane era in sella a un Piaggio Liberty 50, e si stava dirigendo in compagnia di alcuni amici, in un bar situato nei pressi della zona dei semafori di Porto Empedocle, per mangiare un cornetto caldo, poi doveva rientrare a casa. Uscito dal bivio, il centauro per cause ancora in corso di accertamento da parte della Polstrada, si è andato a schiantare contro un autocompattatore della ditta Icos di Porto Empedocle, diretto a Licata per effettuare il servizio di raccolta dei rifiuti. Un impatto fortissimo contro il camion, risultato fatale per il giovane. Quando sul posto sono arrivati i poliziotti della sezione Volante del Commissariato empedoclino e di Agrigento e un’ambulanza del 118, il diciottenne respirava ancora. Adagiato su una barella, il ragazzo è stato trasportato con il mezzo di soccorso all’ospedale San Giovanni di Dio. Purtroppo tutte le pratiche rianimatorie sono state inutili. Prima dell’arrivo al nosocomio agrigentino, Ferlisi è deceduto. Gli agenti della Polizia Stradale di Sciacca hanno effettuato i rilievi di rito per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro: il ragazzo proveniente da Villaseta, uscito dal bivio in direzione per Porto Empedocle, è andato a sbattere frontalmente contro l’autocompattatore.