fbpx

Una sala affollata da tanti cittadini, per la prima convocazione del Consiglio comunale del nuovo mandato amministrativo, ieri sera a Porto Empedocle. Un’assise, frutto di un consenso popolare straordinario. In seno alla prima riunione consiliare, ha prestato il giuramento di rito, il neo rieletto Calogero Firetto, riconfermato con un vero e proprio plebiscito alla guida della città marinara. Il Primo Cittadino ha presentato gli assessori che lavoreranno al suo. Vicesindaco, il dimissionario consigliere provinciale, Calogero Martello, a cui è andata la delega alla Polizia locale. Fanno parte della squadra di Giunta, anche il professore Salvatore Scimè, alla Pubblica Istruzione; il dottore Stefano Smecca all’Ecologia e alla Salute; Francesco Sacco, alle Politiche giovanili e alle Politiche sociali. Il primo Consiglio comunale, ha preso avvio sotto la presidenza del consigliere anziano Salvatore Bartolotta, dinnanzi a cui hanno prestato giuramento tutti i consiglieri del nuovo mandato amministrativo. Riconferma anche per la presidenza dell’assise. Alla guida, infatti, l’acclamato Luigi Troja, di Città Nuova, che sarà affiancato dal vicepresidente Pistone, unico esponente di Fli, anche lui votato da tutti i consiglieri comunali. Non ha nascosto una certa emozione, il presidente Troja, che ha ringraziato la Giunta e il Consiglio che in questi anni hanno amministrato la città. Presentate ufficialmente anche le linee guida del programma per il mandato 2011-2016. Un quinquennio, che nelle intenzioni del primo cittadino di Porto Empedocle, punta al definitivo rilancio e sviluppo del territorio, che in primis passa attraverso la realizzazione del rigassificatore.

Per il sindaco Firetto, i cittadini hanno premiato la dedizione, il metodo. “Adesso è momento di risultati”, ha dichiarato al termine della seduta.