fbpx

Istituita nel 1977 la rassegna internazionale “Premio Telamone” continua a costituire un importante appuntamento per Agrigento e un momento di pubblico riconoscimento per i tanti Siciliani, nativi o originari, impegnati nel sociale, nella politica, nella cultura, nel giornalismo, nell’arte, che con la propria azione hanno contribuito a dare una visione diversa e migliore della Sicilia.
L’evento organizzato da Ce.p.a.s.a. Presieduto da Paolo Cilona è giunto alla sua 34esima edizione, e sabato sera si è tenuta la cerimonia di consegna delle statuette: una riproduzione dei maestosi Telamoni che sostenevano il grande Tempio di Giove Olimpico nella Valle dei Templi, un messaggio di pace e fratellanza che viene da oltre due millenni di storia e di civiltà.
Il Premio Telamone 2010 per la pace è stato assegnato all’associazione Amnesty International, l’Organizzazione non governativa indipendente, difensore dei diritti umani nel mondo che si riconosce nei principi della solidarietà internazionale.
E nel corso della cerimonia all’interno del museo archeologico di Agrigento tra i premiati anche Bartolomeo Romano, ordinario di Diritto penale e componente del Consiglio superiore della magistratura già presidente del Cupa di Agrigento, che ha ricevuto il telamone “per il suo straordinario impegno nel campo delle Scienze Giuridiche”.
La cerimonia è stata anche caratterizzata dalla suggestiva accensione del tripode dell’amicizia.
Il programma della rassegna organizzata dal Ce.p.a.s.a. si compone di numerosi eventi culturali – artistici che si svolgeranno nelle prossime settimane fino a gennaio.