Presunti abusi al Castello Colonna di Joppolo Giancaxio, il “caso” al Riesame: per la difesa nessuna illegittimità

Sarebbero otto, stando alla difesa, i permessi rilasciati dal Comune di Joppolo e dalla Sovrintendenza alla famiglia Firetto per la ristrutturazione del Castello Colonna. È la risposta alle accuse di abusi edilizi nei confronti del sindaco di Agrigento e del fratello. Ieri mattina, dopo che la Cassazione aveva annullato il dissequestro invitando a motivare meglio alcuni aspetti della decisione, si è celebrata l’udienza davanti al tribunale del riesame. Il pubblico ministero ipotizza la realizzazione di opere abusive e sostiene che la struttura sarebbe stata ristrutturata con la creazione di opere autorizzate ma in forza di provvedimenti illegittimi.

I difensori della famiglia Firetto hanno chiarito, anche con specifiche relazioni tecniche, alcuni rilevanti aspetti soprattutto dimostrando il corretto comportamento dei proprietari della struttura che è stata riqualificata e riportata al suo antico splendore. La Procura della Repubblica contestava invece l’illegittimità di alcuni provvedimenti della Pubblica Amministrazione. Un comportamento, secondo la difesa, assolutamente “trasparente” e legittimo quello della famiglia Firetto che ha portato a confermare la richiesta di dissequestro. I giudici scioglieranno la riserva nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.