fbpx


Si ritorna a parlare di rifiuti, in termini di mancata erogazione degli stipendi e possibilità di astensione lavorativa, che potrebbe già accadere la prossima settimana. Le ditte, e quindi i lavoratori, che gestiscono il servizio di raccolta dei rifiuti, attendono ancora metà della mensilità di marzo e l’intera mensilità di aprile, e le prospettive non sono esattamente rosee. In cassa l’Ato avrebbe al momento meno di quattrocentomila euro, mentre sarebbero necessari 2 milioni e 800mila euro per saldare le spettanze. Ci sarebbe la prospettiva di un milione di euro provenienti dalle anticipazioni di cassa dell’Aipa, che potranno arrivare solo per quanto riguarda i ruoli del comune di Agrigento ma non degli altri comuni, che non hanno ancora approvato i bilanci comunali, e quindi la tariffa di igiene ambientale.

Previsto incontro per venerdì con l’Ugl.