Procedure di sovraindebitamento: il Ministero della Giustizia iscrive l’OCC dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Agrigento

Il Ministero della Giustizia ha disposto l’iscrizione dell’Organismo di Composizione della Crisi da Sovraindebitamento costituito nell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Agrigento; l’organismo sarà deputato a gestire, sul territorio di competenza delle Circoscrizioni dei Tribunali Agrigento e Sciacca, le situazioni di crisi da sovraindebitamento dei soggetti non fallibili.

Consumatori, debitori civili, piccole imprese, aziende agricole e professionisti iscritti agli albi che si trovano nella situazione di non poter far più fronte alle richieste dei creditori, si potranno rivolgere direttamente all’organismo per presentare istanza e gestire la procedura da sovraindebitamento.

L’opportunità è stata introdotta dalla legge 3/2012 (meglio conosciuta come legge “salva suicidi”) che permette, se vi sono le condizioni, di gestire posizioni debitorie prima impossibili da governare. Il debitore ha la possibilità di far sospendere qualsiasi azione esecutiva da iniziarsi o già in corso, proponendo ai propri creditori un piano di pagamento/ristrutturazione di tutti i debiti ossia una proposta di pagamento dell’intero arretrato in qualsiasi forma, anche in maniera falcidiata o con cessione di crediti futuri.

Il debitore può attivare la procedura di risoluzione del sovraindebitamento presentando direttamente all’OCC l’istanza per la nomina del professionista che gestirà la crisi ed assisterà il debitore assumendo ogni iniziativa utile e necessaria alla predisposizione ed all’attuazione del piano di ristrutturazione dei debiti.

In forma gratuita professionisti dotati di specifica formazione individuati dall’Ordine dei Dottori Commercialisti, coordinati dal Referente nominato Dott. Mario Cerchia, previo appuntamento telefonico al numero 092222442 o tramite mail occ.commercialistiagrigento@gmail.com, sono disponibili a verificare i presupposti per l’accesso alla procedura ed indirizzare il richiedente alla procedura più adatta al caso specifico.