fbpx

Francesi, spagnoli, tedeschi, olandesi, danesi e persino greci ma anche tanti siciliani. Nella prima domenica del mese, a ingresso gratuito , la valle dei templi di Agrigento ha contato alla fine della giornata,  6774 visitatori. Numeri che non sono di certo paragonabili a quelli di inizio agosto dell’anno scorso, ma fanno ben sperare. Soprattutto considerando che un buon migliaio ha preferito visitare i templi al tramonto, a pagamento visto che l’ingresso gratuito era superato. L’altro dato molto importante il Parco lo aveva registrato venerdì scorso, quando la Valle aveva già superato i 3500 ingressi in un solo giorno. E adesso si guarda ai prossimi giorni: il 14, vigilia di Ferragosto, poi il 16, il 18 e il 19, e il 23 e 30 sono in programma le prime ALBE, per scoprire la Valle in quel tratto di tempo che va dalla notte fonda all’aurora.

Le presenze di così tanti visitatori nella Valle dei Templi durante il fine settimana indicano un interesse crescente verso la Sicilia e testimoniano l’impegno nella valorizzazione di luoghi simbolo della nostra cultura – interviene Alberto Samonà, assessore regionale ai Beni Culturali e all’Identità siciliana -. Particolarmente interessante, peraltro, la risposta di accessi nelle ore serali che mostrano come la flessibilità nell’offerta turistico-culturale riscontri il gradimento di un pubblico sempre più esigente ed orientato cogliere tutti gli aspetti della bellezza dell’Isola.” Il direttore del Parco archeologico, Roberto Sciarratta  afferma: “Il pubblico premia la Valle: qui si sente sicuro, il Parco è covid free, e i visitatori lo sanno: gli operatori li accolgono in tutta sicurezza, e i mezzi di protezione che abbiamo messo a disposizione, lo dimostrano –Per questo alla fine abbiamo deciso di organizzare le albe: il pubblico ce lo ha chiesto e noi ci sentiamo pronti”.