fbpx

La Regione verrà incontro alle esigenze degli Ato che sono in difficoltà. E’ quanto è emerso nel pomeriggio di giovedì scorso quando l’amministratore unico di Gesa ,Teresa Restivo ed i sindaci di una decina di comuni sono stati ricevuti dal dirigente generale del Dipartimento regionale rifiuti, Emanuele. Dai dirigenti regionali sono state pronunciate parole tranquillizzanti ed è venuta la promessa che verrà erogata una somma per far fronte alle urgenze più immediate. Alla Gesa (Ato Ag2) dovrebbero arrivare circa 3 milioni di euro nel giro di alcuni giorni.Si tratta comunque di una cifra che non darebbe molto respiro visto che i lavoratori del ragruppamento delle imprese sono creditori del pagamento di ottobre mentre è già maturato quello di Novembre, per questo hanno già proclamato uno sciopero per i prossimi giorni ; a questo si aggiunge l’impresa Catanzaro che gestisce la discarica e che è creditrice anch’essa di somme rilevanti.Dal canto suo ,la Restivo dichiara di non starsene con le mani in mano tanto è vero che sarebbero partiti circa 2000 avvisi agli utenti che non avrebbero mai pagato il servizio rifiuti.Pare che nel corso dell’incontro di giovedì , sia stato anche preannunciato che è pronta la circolare contenente le istruzioni necessarie allo scioglimento degli ATO funzionanti. Verrà a tal proposito nominato un commissario liquidatore che porterà allo scioglimento delle società , per far confluire tutto sulle nuove società che avranno una dimensione provinciale.