fbpx

La Procura della Repubblica di Agrigento ha chiesto il rinvio a giudizio per 27 persone coinvolte in un’inchiesta, denominata “Giochi di potere, sul Comune di Racalmuto, in particolare sulla realizzazione di tre alberghi finanziati dalla Comunità Europea e finiti sotto sequestro nel gennaio del 2008. Tra i destinatari degli avvisi di garanzia personaggi eccellenti della politica locale come ad esempio l’attuale sindaco Salvatore Petrotto. La vicenda ha coinvolto anche i proprietari dei tre alberghi, costruttori, professionisti ed impiegati comunali. Le accuse che vengono mosse agli indagati vanno dalla truffa ai danni della Comunità Europea, all’abuso in atti d’ufficio, alla violazione delle norme in materia di edilizia. Le indagini sono state effettuate dai carabinieri della Compagnia di Canicattì.