fbpx

Si è avvalso della facoltà di non rispondere, Antonio De Juri, 31 anni, di Cosenza, residente a Raffadali, raggiunto nei giorni scorsi da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, perché coinvolto nell’operazione «Pit stop» condotta dai carabinieri. Il giovane, comparso ieri, davanti al Gip del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto ha scelto di fare scena muta. Ha deciso, invece, di parlare un altro indagato nella stessa inchiesta, Salvatore Russo, 35 anni, di Raffadali. Russo ha parzialmente ammesso la detenzione di una pistola, negando però di essere uno spacciatore, e di aver consumato per uso personale la polvere bianca. Gli interrogatori degli altri indagati proseguiranno nei prossimi giorni.