Ravanusa, sequestra ragazza arrestato rumeno

Nel corso della nottata, a Ravanusa, i carabinieri della locale stazione hanno tratto in arresto in flagranza di reato Ioan Bolan, 56 anni, di nazionalità rumena, disoccupato, pregiudicato, poiché resosi responsabile di sequestro di persona e lesioni personali. I militari sono intervenuti presso l’abitazione del Bolan dove è stata trovata una ragazza di cittadinanza rumena in evidente stato confusionale. Veniva quindi accertato che da diversi giorni la donna era stata segregata nell’appartamento dal connazionale, il quale peraltro l’aveva verosimilmente sottoposta a ripetuti abusi sessuali. Inoltre veniva appurato che l’arrestato, durante i periodi di assenza dalla casa, al fine di impedirne la fuga, teneva la malcapitata bloccata legandole manie e piedi con delle funi. La ragazza, prontamente soccorsa ed accompagnata presso il pronto soccorso dell’Ospedale civile di Licata è stata visitata e riscontrata affetta da trauma al viso, contusione emitorace destro, contusione addominale, contusione anca sinistra, con vari ematomi ed evidenti segni di legatura alle caviglie e al polso sinistro e giudicata guaribile in 20 giorni salvo complicazioni.