fbpx

Ravanusa i Carabinieri di Ravanusa e Campobello di Licata, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Agrigento, arrestando il giovane  Carmelo Avarello, 25 anni di Ravanusa, ritenuto responsabile di violenza privata aggravata, danneggiamento aggravato, porto e detenzione illegale di armi e munizioni. I fatti si riferiscono all’11 novembre 2012 giorno in cui il giovane veniva segnalato dai militari dell’Arma di Campobello di Licata in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria, poichè  per futili motivi legati a pregressi dissidi dovuti a presunti sconfinamenti del limite tra terreni agricoli di sua proprietà e quelli dello zio paterno, ubicati in quella contrada Milici – Cuccumarella, non aveva esitato ad esplodere colpi d’arma da fuoco, attingendolo, all’indirizzo del pneumatico del trattore condotto dallo zio e sul quale si trovava anche il figlio di quest’ultimo. Le risultanze   dell’attività investigativa   posta in essere dal personale operante, che confermavano la piena responsabilità  del giovane,  è stata pienamente condivisa dall’Autorità Giudiziaria che ha emesso il provvedimento. Carmelo Avarello espletate le formalità dell’arresto è stato  condotto nella casa circondariale di Agrigento.