Realmonte. Misteriosa sostanza rossa sull’arenile della Scala dei Turchi

Una strana pigmentazione di colore rosso, da qualche giorno ha fatto capolino sull’arenile adiacente alla candida scogliera bianca della Scala dei Turchi di Realmonte, a segnalare lo strano fenomeno è ancora una volta Claudio Lombardo, presidente di MareAmico Agrigento. Diversi campioni contenenti la purpurea sostanza sono stati prelevati ed inviati ad ARPA per le dovute analisi, i risultati si avranno probabilmente domani. Tra le ipotesi plausibili, l’ossido di ferro, comune ruggine rilasciata, o ancora gli effetti della pulizia della stiva di un’imbarcazione. Non è da escludere comunque che si tratti di un fenomeno naturale, dovuto alla presenza di un’alga. In attesa di conoscere quindi gli esiti delle analisi, MareAmico, comunque ritorna a puntare l’indice sulla mancata custodia del sito, che l’anno scorso ha registrato ben 600 mila presenze. Frequentazioni, che in assenza di vigilanza, provocano notevoli danni alla caratteristica scala naturale, come testimoniano ad esempio i fori per gli ombrelloni o le scritte scolpite da scriteriati. Come non dimenticare ad esempio i tanti bagnanti che, utilizzano la marna per cospargersi il corpo della coltre bianca, credendo che la stessa produca dei benefici alla pelle. Niente di più sbagliato, perchè secondo gli esperti, la marna, una sostanza simile al cemento, così applicata, produrrebbe solo danni. Un patrimonio quindi, quello fornitoci dalla natura che ci obbliga a salvaguardarlo per poi lasciarlo in eredità alle generazioni future, ricordandoci soprattutto che quando si tratta di un bene naturalistico, l’intera collettività dovrebbe avere a cura la sua custodia, ma purtroppo, spesso questo non avviene.

 

[wp-rss-aggregator]