“Responsabile del caveau di banca si appropria di 131 mila euro”, 50enne patteggia

Il responsabile del caveau della Banca di credito siciliano di Roma si appropria di oltre 131 mila euro con la complicità di un’amica. Il raffadalese Antonino Gerardo Plano, 50 anni, patteggia un anno e sei mesi di reclusione e definisce la vicenda senza altri strascichi grazie anche alla sospensione condizionale.

La sentenza di applicazione della pena è stata ratificata ieri mattina dal gup di Roma, Fabrizio Gentili, su richiesta del difensore di Plano, l’avvocato Giuseppe Barba e del pubblico ministero Rita Ceraso.La vicenda risale al maggio del 2016. Plano, con la complicità di un’amica, Cristiana Cocco, 48 anni, che ha scelto la strada del giudizio abbreviato, avrebbe sottratto a più riprese la somma contenuta nel caveau della banca di cui aveva la responsabilità.