fbpx

Il Tribunale di Agrigento, presieduto da Antonina Sabatino, ha accolto l’istanza dei difensori, gli avvocati Anna Americo e Ninni Giardina, ed ha revocato gli arresti domiciliari a Gerlando Di Stefano, accusato di tentata estorsione aggravata ai danni del padre di Giuseppe Adorno, il giovane scomparso alla fine dell’agosto 2009 e ritrovato cadavere nelle campagne di Montaperto. Il processo per la tentata estorsione è in atto pendente dinnanzi il Tribunale di Agrigento, riprenderà il 20 dicembre, con l’ esame dei fratelli di Giuseppe Adorno, mentre i genitori sono stati sentiti nelle scorse udienze. L’altro indagato nella vicenda, Giuseppe Filippazzo è ancora agli arresti domiciliari, nella sua casa di Porto Empedocle ed anch’egli, deve rispondere degli stessi reati.