Ricorre quest’anno il 250esimo della fondazine  della Biblioteca Lucchesiana

Agrigento conta un vasto numero  di meraviglie che il mondo ci invidia  che va  dalla più conosciuta Valle dei Templi per arrivare a al complesso patrimonio artistico culturale del nostro territorio. Una realtà tutta agrigentina è la Biblioteca Lucchesiana. Nata come biblioteca personale nel 1765 dal vescovo  Andrea Lucchesi Palli. La fece realizzare in un immobile adiacente il palazzo vescovile da cui, attraverso una porticina, si accedeva direttamente dalla stanza vescovile. La Biblioteca conta oltre 45.000 volumi, raccolti su pregiati scaffali di legno intagliati a mano. Al centro della sala troneggia una sua statua fatta da Giuseppe Orlando nel 1766. Ma la bellezza della biblioteca va anche oltre il  contenuto dei manoscritti,  passa infatti anche dai suntuosi arredi e rifiniture della struttura. Il vescovo alla sua morte lasciò agli agrigentini l’eredità della preziosa biblioteca.  Nel tempo la struttura   fu abbandonata e ad aggravare la situazione contribuì la frana del 1966 che colpì  il cuore del centro storico. Oggi  l’intera struttura è stata ristrutturata e il patrimonio librario,  è stato rivalutato e valorizzato. In occasione del 250esimo della fondazione che ricorre quest’anno, il ministero dello Sviluppo economico ha emesso  un francobollo ordinario, appartenente alla tematica “Le Eccellenze del sapere”. Nell’Italia meridionale, infatti la biblioteca viene segnalata tra le più antiche per preziosità e rarità del patrimonio, per coerenza e complessità dell’impianto originario. Venerdì alle 17:00 previsto  l’inaugurazione dell’“Anno Lucchesiano” 2015-2016 dove interverranno  Alfonso Tortorici, Presidente della Deputazione della Biblioteca, l’Assessore Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, il Sindaco di Agrigento e Don Angelo Chillura, Direttore della Biblioteca Lucchesiana.  Settimio Biondi  terrà la conferenza “Il Vescovo Andrea Lucchesi Palli e la sua biblioteca publico donata”.Al termine della conferenza  Don Angelo Chillura, presenterà il calendario delle iniziative dell’“Anno Lucchesiano” e sarà inaugurata una esposizione straordinaria dei “tesori” della Lucchesiana.

Un commento su “Ricorre quest’anno il 250esimo della fondazine  della Biblioteca Lucchesiana

I commenti sono chiusi.