fbpx


Sono in corso serrate trattative per evitare lo sciopero dei dipendenti del raggruppamento di imprese che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani, indetto per i giorni 12 e 13 luglio. Ieri l’amministratore unico di Gesa Teresa Restivo ha incontrato i rappresentanti sindacali ai quali ha promesso che – ricevendo le rimesse da Aipa – verserà alle imprese un milione e 700 mila euro entro venerdì prossimo 9 luglio, 700 mila euro entro il 18 luglio successivo e due milioni entro il 13 agosto. Inoltre ha promesso che se dalla rendicontazione che farà Aipa risulteranno altre somme disponibili, queste ultime verranno senz’altro “girate” al raggruppamento di imprese. I sindacati hanno quindi chiesto alle ditte il pagamento di due mensilità e della quattordicesima, mentre Giancarlo Alongi per il raggruppamento di imprese, nell’evidenziare l’eccessiva esposizione già in corso per le ditte, ha detto che potranno essere pagati lo stipendio di maggio ed un sostanzioso acconto su quello di giugno. La trattativa dunque non è andata in porto, ma l’atmosfera sembra di ottimismo