Rifiuti, giorni di caos. Emergenza rientrata

E’ stata una festa della Repubblica tra i rifiuti anche ad Agrigento. Uno spettacolo indecoroso che si sono trovati davanti i cittadini ma anche diversi turisti arrivati in città per godere delle bellezze. Adesso l’emergenza sta rientrando. Le discariche aprono perchè è stata emessa da Crocetta una nuova ordinanza sulla base dell’intesa raggiunta tra Regione e ministero dell’Ambiente, siglata nel pomeriggio di giovedì scorso dal ministro Galletti. Ad annunciarlo è stato il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta dopo una giornata di caos per i rifiuti in Sicilia. Discariche chiuse in attesa dell’ordinanza della Regione che autorizza lo svolgimento delle attività. Gli autocompattatori hanno trovato le porte sbarrate, ma adesso, assicurano il presidente della Regione Rosario Crocetta e l’assessore all’Energia Vania Contrafatto la situazione torna alla normalità. “E’ stata finalmente riaperta la discarica di Siculiana- afferma l’assessore comunale di Agrigento, Mimmo Fontana- e quindi è ripreso il servizio di raccolta dei rifiuti. La discarica era stata chiusa per il tardivo rinnovo dell’autorizzazione- spiega Fontana- che è arrivata con l’ennesima ordinanza di deroga del presidente Crocetta . Ancora una volta le nostre città finiscono per pagare il prezzo delle inefficenze di una Regione che ormai non riesce più a governare il settore dei rifiuti. Per il ritorno alla completa normalità, con lo smaltimento dei rifiuti rimasti per strada, occorreranno due giorni”. La firma di giovedì ha fatto riapartire il sistema rifiuti in Sicilia e ha anche rimandato alla fine di novembre l’attuazione del piano che prevede i termovalorizzatori. Tra i 22 comuni agrigentini che, a seguito della scadenza dell’autorizzazione regionale, non hanno potuto più conferire i rifiuti nella discarica di Siculiana c’era anche Licata . Qui il Sindaco Angelo Cambiano, in attesa delle autorizzazioni, aveva emesso un’ordinanza al fine di di mettere immediatamente a disposizione dell’Ente il Centro Comunale di Raccolta della zona ex Halos di Piano Buagides dove portare i rifiuti per il tempo strettamente necessario alle operazioni di svuotamento dai mezzi della raccolta e caricamento su altri mezzi per il successivo avvio a discarica.