fbpx

Prima riunione, ieri, per la costituzione della nuova Società per la raccolta dei rifiuti (Srr). Sono intervenuti i rappresentanti di 23 dei 42 comuni agrigentini che dovranno far parte del nuovo organismo (Lampedusa andrà a ricadere nell’Ato 10i che comprende tutte le isole). Hanno infatti risposto all’appello le amministrazioni di Agrigento, Porto Empedocle, Grotte, Menfi, Villafranca Sicula, Ribera, Ravanusa, Siculiana, Santa Elisbetta, San Giovanni Gemini, Cammarata, Caltabellotta, Castrofilippo, Cianciana, Ioppolo Giancaxio, Burgio, Santa Margherita Belice, Sant’Angelo Muxaro, Sciacca, Realmonte, Casteltermini, Campobello di Licata, Alessandria della Rocca. Per la Provincia erano presenti l’ing. Dino Barone, il consulente per le questioni ambientali Stefano Castellino e naturalmente il presidente Eugenio D’Orsi che ha aperto i lavori. Il capo dell’amministrazione provinciale, che dovrebbe essere a capo della nuova organizzazione, ha sottolineato che intende intraprendere un nuovo percorso nella gestione degli ato rimettendo ordine laddove si rende necessario.  D’Orsi ha anche invitato gli amministratori comunali a prevedere nei rispettivi bilanci le somme necessarie per il pagamento delle quote associetive e delle spese di avvio di gestione. Una nuova riunine verrà convocata a breve.