fbpx

Un vertice dei sindaci dei 19 comuni aderenti a Gesa, oggi pomeriggio, per scongiurare la tanto discussa chiusura della discarica di Siculiana, preannunciata e poi rinviata da parte della ditta Catanzaro, creditrice di circa 3 milioni e mezzo di euro nei confronti dell'Ato rifiuti Ag 2. La discarica potrebbe chiudere chiudere i cancelli il prossimo 20 aprile, una settimana dopo la data originariamente preannunciata, in virtù della proroga concessa dall'impresa Catanzaro. Adesso bisogna trovare una soluzione per evitare di ricadere nell'emergenza rifiuti, come era accaduto recentemente. Ma soprattutto il vero impegno per i Comuni interessati, molti dei quali anche debitori nei confronti di Gesa, sarà quello di reperire le risorse finanziarie per pagare almeno un’altra mensilità alle ditte che si occupano del servizio di prelievo e smaltimento dei rifiuti, considerato che proprio oggi scade il tempo massimo per il pagamento della mensilità di marzo dei loro dipendenti, Oltretutto anche il personale di queste ultime deve ancora percepire il saldo del 20 % dello stipendio di febbraio e giovedì prossimo va in scadenza quello di marzo.