fbpx

Dopo le polemiche dei giorni scorsi a seguito delle lettere del Ministero delle infrastrutture inviate al presidente della provincia, D'Orsi, che mettevano paletti sulla costruzione di un aeroporto nel territorio agrigentino, il presidente dell'Enac, Vito Riggio arriverà ad Agrigento lunedì prossimo, 8 marzo. La visita di Riggio è stata voluta dal Senatore del Pd, Benedetto Adragna, che ha presentato un’interrogazione parlamentare urgente sulla vicenda e in un incontro con Riggio ha chiesto un definitivo chiarimento su ruoli e responsabilità di tutte le istituzioni coinvolte in questa fase preliminare per la realizzazione dell' infrastruttura. Alle 10,30, il Presidente dell’Enac, incontrerà in prefettura il Prefetto, Umberto Postiglione, il presidente D'Orsi, le autorità locali al fine di fare il punto sulla ormai intricata vicenda dell’aeroporto che ha causato il trasferimento del presidente della provincia in una “tenda”. Poi, alle 11,30, Riggio terrà una conferenza stampa. “Riggio – dichiara Adragna – mi ha confermato quello che ha sempre ed in ogni sede affermato: non c’è spazio oggi in Italia per nuove infrastrutture aeroportuali anche per le determinazioni che il Parlamento sta assumendo riguardo a precise direttive della Comunità europea. Cosa diversa è un aviopista con le caratteristiche presentate dalla provincia di Agrigento sulla quale l’Enac non ha dato alcun parere contrario.” Continua, invece, ad avere la sua ferma convinzione sull'infrastruttura il presidente della provincia, Eugenio D'Orsi. “Da questo incontro – ha detto – si dovranno avere chiare risposte sulla possibilità di realizzare l’aeroporto, per sgombrare il campo da tutti gli equivoci e dai rimpalli di responsabilità a cui abbiamo assistito in questi mesi”.