Ritardo nella consegna del pocket money: migranti protestano

Avrebbero protestato animatamente per la mancata consegna del cosiddetto “Pocket Money”. Al Villaggio Mosè è dovuta intervenire la Polizia di Stato per placare quella che stava per trasformarsi in una protesta “agitata”.

Migranti ospiti di una comunità che, non vedendosi – a loro dire – consegnare il pocket money da circa dieci giorni, sarebbero andati su tutte le furie. Ad allertare gli uomini delle Forze dell’Ordine, prima che la protesta potesse degenerare, sono stati alcuni operatori del centro di accoglienza.

Solo grazie all’intervento degli uomini della Polizia, la protesta si sarebbe placata senza gravi conseguenze.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.