Ritrovate 122 maioliche decorative Settecentesche, un denunciato

E’ stato definito un ritrovamento di beni di interesse storico-artistico senza precedenti. Lo ha portato a termine la guardia di finanza di Agrigento. 122 maioliche decorative che compongono l’intera facciata della tomba gentilizia “Virgadamo” – rubata negli scorsi anni a Burgio – sono state ritrovate dalla fiamme gialle. Un saccense è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica per ricettazione ed illecito impossessamento di reperti di interesse storico-artistico.

L’attività investigativa, per la tutela del patrimonio artistico e culturale, lo scorso mese, aveva permesso di individuare e sequestrare numerosi reperti d’età bizantina ritrovati a casa di un pensionato di Sciacca che uniti alle 122 maioliche decorative sequestrate consentono l’intera ricostruzione della facciata della sepoltura. I reperti in ceramica Settecentesca fungevano, infatti, in origine, da mosaico ornamentale alla tomba ed erano stati rubati nei primi anni del 2000.La tomba gentilizia “Virgadamo”, quale espressione unica di artigianato locale, era stata tutelata con un decreto della Sovrintendenza ai Beni culturali di Agrigento perché ritenuta di interesse storico-artistico ed etnoantropologico.

L’attività investigativa è stata coordinata dal procuratore di Sciacca Roberta Buzzolani e dal sostituto Christian Del Turco.