fbpx

Anche nella casa circondariale “Pasquale Di Lorenzo” di Agrigento si è innalzato lo stato di allerta. I detenuti – nel primo pomeriggio – avrebbero accennato ad una protesta che però sembra essere rientrata dopo un lavoro di mediazione e dialogo che ha visto protagonisti il direttore dell’istituto, Valerio Pappalardo, e il comandante della polizia Penitenziaria Giuseppe Lo Faro.

A scopo precauzionale, uomini e mezzi di polizia, carabinieri e Guardia di finanza presidiano l’area della casa circondariale di Agrigento. Attività coordinate dalla Questura di Agrigento rappresentata, direttamente sul posto, dal dirigente della Squadra Mobile: il vice questore aggiunto Giovanni Minardi.

Nessuno di loro infatti ha chiuso il turno odierno di lavoro e sarà così, probabilmente, fino a quando non cesserà l’emergenza. Si teme infatti che anche dopo le 18:00 orario della socialità , i detenuti possano nuovamente tornare ad agitarsi. Al momento, però, la situazione è tenuta sotto controllo.