fbpx

Ruspe in azione da questa mattina a Favara per demolire case fatiscenti che fanno paura dopo il 23 gennaio scorso. Una data che il paese agrigentino ricorda per la tragedia costata la vita alle sorreline Marianna e Chiara Pia Bellavia, schiacciate dalle macerie della loro casa di via del Carmine crollata perchè troppo vecchia. Adesso completato l’iter amministrativo delle notifiche per la messa in sicurezza dei fabbricati a rischio di via San Calogero e via Zanella, nel centro storico, sono iniziate le demolizioni delle case fatte sfollare subito dopo la tragedia del 23 gennaio. E il presidente della Camera dei deputati Gianfranco Fini entro la fine dell’estate sarà a Favara, come promesso al presidente del Consiglio comunale, Luca Gargano, ricevuto a Montecitorio. Fini ha mostrato grande interesse per il paese e per il suo centro storico, nel degrado totale così come tanti altri dell’agrigentino.