fbpx

Meno 2 giorni all’inizio della 66° edizione della Sagra del mandorlo in fiore. Un’edizione partorita definitivamente negli ultimissimi giorni che, a detta degli addetti ai lavori, non deluderà le aspettative degli avventori. Quest’anno oltre al classico festival internazionale del folklore a quello dei bambini del mondo, al corteo storico e alla fiaccolata dell’amicizia,ad incrementare la rassegna, che si svolgerà nel suggestivo scenario della Valle dei Templi anche i concerti di alcuni importanti artisti musicali tra cui si segnalano Francesco Buzzurro & Antonella Ruggiero con special guest, Cristiano De André,  Francesco Baccini e Misseri, il trio Alberto Fortis – Matthew Lee – M.C. (Agricantus). In un ricco scenario di appuntamenti che coinvolgeranno giovanissimi e meno giovani, si svolgeranno incontri culturali, serate di intrattenimento a tema, in particolare quella di giovedì 10 febbraio “La notte del Mandorlo”, con una serie di iniziative che avranno luogo nel centro storico a partire dalle ore 21,00: cortei di sbandieratori, esposizioni artistiche dedicate alle bellezze della Sicilia, degustazioni ripercorrendo i sentieri della città vecchia. E ancora etnoparties, concorsi fotografici e tornei gastronomici, come la gara per il record del torrone più lungo del mondo che sarà posizionato lungo la via sacra.Chiaramente non tarda qualche polemica, come quella dell’associazione “via atenea friend” che accusa gli organizzatori di aver ricercato una sponsorizzazione, per la stampa del materiale informativo e promo pubblicitario della Sagra, al di fuori del territorio del comune di Agrigento il centro commerciale della provincia sponsorizzatore vedrà al suo interno esibizioni di gruppi folkloristici partecipanti alla manifestazione . Altra la polemica del Presidente del Gruppo Consiliare del Movimento per l’Autonomia al Comune di Agrigento, Giuseppe De Francisci, che ha presentato una Interpellanza all’Amministrazione Zambuto per sapere in che modo l’Amministrazione Attiva, intenda gestire il contributo di circa 150 mila euro che la Regione Sicilia ha erogato alle casse comunali per il regolare svolgimento della manifestazione che si sommano ai 160 mila euro delle casse comunali. Richiesta che sarà sicuramente sdoddisfatta durante la conferenza stampa che dovrebbe svolgersi al massimo alla vigilia dell’inizio della sagra.