Agrigento Attualità

Sagra anche a valle, ne discute la commissione turismo e si apre uno spiraglio

Come accade ormai da qualche anno, anche per l’edizione 2020 non mancano le polemiche sul mancato passaggio della fiaccolata dell’amicizia e della sfilata domenicale conclusiva dei gruppi in via Manzoni e Callicratide. Da un lato ci sono gli abitanti che per anni hanno potuto godere delo spettacolo a due passiu dalla propria abitazione, dall’altro ci sono i commercianti che si sentono esclusi dalla possibilità di poter lavorare in occasione del passaggio delle due sfilate. Nei giorni scorsi il presidente della comissione consiliare turismo del comune di Agrigento, Pasquale Sparato aveva invitato , chi di competenza, ad “ adoperarsi, e al più presto. Sarebbe ingiusto, se non oltraggioso- ha continuato- privare i residenti e i commercianti di un evento di ampia risonanza e aggregazione, condannandoli, altrimenti, all’emarginazione e all’isolamento.” La commissione si è riunita con all’ordine del giorno prpoprio il passaggio a valle della città delle due sfilate. Nel corso dei lavori, in presenza di una rappresentanza dei commercianti delle vie Callicratide e Manzoni (che si ritengono discriminati e danneggiati), il consulente della Sagra, Giovanni Di Maida, ha informato la Commissione dell’intenzione degli organizzatori di permettere il passaggio della fiaccolata nella zona a valle della città. Di Maida ha invece ritenuto difficile ipotizzare il passaggio della sfilata conclusiva domenicale in ragione delle difficoltà ad ottenere l’apposita autorizzazione degli organi competenti. Il presidente Spataro ha sollecitato il consulente Di Maida affinchè si attivi al fine di individuare gli strumenti necessari per ottenere l’autorizzazione, e ciò tramite un lavoro di sinergia tra organizzatori della Sagra e organi preposti alla sicurezza.